Don Camillo tende la mano al Sindaco?

Share Button

Forza d’Agrò – Don Camillo dei “Deboli” sembra tendere la mano al Sindaco avv. Fabio Di Cara. Dopo essersi schierato contro, partecipato come parte attiva nella formazione della lista avversaria, comiziato durante le Omelie, annullato feste, cambiato tradizioni secolari, non aver adempito ai più importanti obblighi della chiesa, parcheggiato nei divieti di sosta come sfida alle regole ed infine infangato più volte questa amministrazione sembrerebbe avviato ad un cambio di marcia.

Lo fa nel migliore dei modi adottando uno dei progetti lanciati dal sindaco durante la campagna elettorale. Un plauso a questo prete folgorato sulla via di Damasco, adottata l’iniziativa, l’ha legittimata, e subito l’ha attuata. Il progetto non è del tutto completo ma già le attività si fanno intensive.

Padre Luciano Zampetti ha adibito la chiesa di S. Francesco a canile comunale. Il progetto ideato dal sindaco è stato concretizzato dal parroco.

Non appena arrivato ha deciso di smantellare l’auditorium appena realizzato da padre Gennaro Currò, forse per invidia, forse per screditare il vecchio parroco, forse per annullare quanto di buono fatto negli ultimi anni. Successivamente nel periodo pre elettorale si è accanito contro l’amministrazione, che a suo dire ostacolava un finanziamento della chiesa. Ovviamente pienamente smentito dal sindaco durante i comizi. Si deve riconoscere in don Camillo la sensibilità per la chiesa di S. Francesco. Tanta è la sensibilità che tutt’oggi non si è ancora accorto che da un ingresso laterale manca, letteralmente, mezza porta. Basta sostare qualche ora di notte nella piazza, che dallo squarcio si vede uscire ed entrare di tutto. I gatti e i topi sembrano aver fatto un gemellaggio all’interno, mancano solo i cani ed il canile è completo. Ora se non riesce a sistemare neanche una porta, per la quale molti fedeli sarebbero disposti ad accollarsi le spese, di che progetti parla? Ci viene alla mente, di un suo predecessore del ‘900 che lasciò una nota per screditare il nostro popolo, e penso ma noi quante enciclopedie di belle parole dovremmo sprecare per questo prete?

continua…..

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.