A Roma si ride della minoranza forzese

Share Button

Forza d’Agrò – Ci vuole fortuna nella vita e chi trova una minoranza come quella Forzese, dove l’ignoranza impera, può dormire sonni tranquilli. Fabio Di Cara anche per la cassazione può continuare a fare il sindaco di Forza d’Agrò, mentre la mente politica ed il coordinatore ed ideatore della lista di minoranza è stato condannato a pagare 11.000,00 euro. Quindi Salvatore Donato da oggi si potrà consolare con Nino Bianca, i quali in meno di un mese hanno avuto la capacità di farsi condannare a pagare più di 20.000,00 euro. Tutto il personale che ruota attorno a queste cause, come ad esempio gli avvocati, è grato, senza questi soggetti non avrebbero come vivere.

Il ricorso è stato rigettato in pieno sotto tutti i profili.

Fabio Di Cara rimane sindaco.

Emanuele Di Cara rimane consigliere e capo gruppo di maggioranza.

L’opposizione continua la carriera cinquantennale di ricorsa alla chimera.

Questo è per tutti una fortuna perché se dovessero amministrare per come fanno opposizione il paese sarebbe già stato raso al suolo.

Coraggio siamo stati ancora una volta condannati a fare ciò che ci riesce meglio, AMMINISTRARE.

Oggi offre l’amministrazione coramina per tutti.

I dettagli della sentenza tra qualche ora.

Molti i movimenti attorno la chiesa forzese per condividere le lacrime con il parroco forzese, parte integrante di questa compagine d’opposizione.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.