Il Sindaco scrive al Vescovo

Share Button

Forza d’Agrò – La nostra chiesa sembra non essere più la casa di Dio, non è più possibile lodare Dio, non è più possibile ringraziare nostro Signore. Al suo interno si cova odio, si alimenta vendette, spesso diventa teatrino di scarso livello e tutto questo perché la fede ha ormai abbandonato tutti. Si nutrono ripicche da scuola materna e ci si trova in un tunnel privo della luce divina. Senza dimenticare che durante le amministrazioni comunali era il covo dove si studiavano le strategie politiche. L’ultimo disinteresse per la casa di Dio lo conosciamo tutti, un disinteresse per il popolo forzese, del quale ancora non hanno preso le distanze neanche chi, dicendo che vuole il bene di Forza d’Agrò, fiancheggia questo soggetto.

Il Sindaco avv. Fabio Di Cara questa mattina con una missiva ha voluto illustrare e rendere partecipe, per l’ennesima volta, anche all’Arcivescovo di Messina monsignore Calogero La Piana. Il popolo forzese non vuole più sentirne di questa incresciosa situazione e si sta allontanando dalla chiesa.

Pubblichiamo integralmente la lettera inviata dal sindaco al vescovo:

 – Eccellenza Rev.ma, ancora una volta nella mia qualità di Sindaco prò tempore del Comune di Forza d’Agro, mi vedo costretto a scriverLe per segnalare quanto accaduto nelle scorse settimane e da ultimo giorno 24 febbraio 2015 nel Comune di Forza d’Agro. Come Lei ben sa, Forza d’Agro è un Comune ad alta vocazione turistica e quotidianamente viene raggiunto da pullman di turisti, i quali sono richiamati dalle bellezze paesaggistiche, storiche, artistiche e cinematografiche. Numerosi tours operator, propongono l’escursione a Forza d’Agro unitamente a Savoca, anche in virtù del fatto che ormai entrambi i Comuni sono chiamati, “Le terre del Padrino”, in ossequio alla pluripremiata trilogia cinematografica. Ebbene, da ultimo lo scorso 24 febbraio, alle ore 15.00 – 15.30 circa giungevano a Forza d’Agro circa 200 turisti accompagnati da guide appartenenti all’Agenzia “Sabel Tour” che opera con turisti prevalentemente tedeschi. Accadeva che la Chiesa della SS. Trinità e il Duomo dell’Annunziata inspiegabilmente, erano chiusi, e nonostante la presenza di una guida locale, il sig. Nicita Carmelo, non si riusciva in alcun modo ad ottenere l’apertura degli importanti monumenti. Tale circostanza si era già verificata parecchie volte anche in precedenza, e i tours operator, avevano segnalato il problema al Comune di Forza d’Agro, il quale, naturalmente non poteva intervenire in alcun modo, considerato che le Chiese vengono legittimamente gestite dal Parroco prò tempore. In ragione di quanto sopra, nella giornata del 25 febbraio 2015. l’agenzia “Sabel Tour” che garantiva la presenza di circa 12 pullman settimanali di turisti, per il tramite del responsabile, riferiva di aver disdetto tutte le visite guidate a Forza d’Agro, proprio a causa della chiusura dei monumenti. Pertanto, la “Sabel Tour” che portava circa 1.000 turisti a settimana, ha escluso dal circuito il territorio di Forza d’Agro. E’ ovvio che questa decisione già di per sé danneggia molto l’immagine e l’economia di Forza d’Agro, ma se venisse seguita anche da altre agenzie turistiche, creerebbe un vero e proprio danno sia economico che d’immagine. In data odierna, diversi operatori economici di Forza d’Agro, lamentavano il fatto che le Chiese spesso sono chiuse e non viene consentita la visita ai turisti, e si dichiaravano pronti a chiedere un incontro con la Sua Eccellenza, per risolvere il problema. Peraltro, giova ricordare che entrambe le Chiese sono dotate di sistemi di videosorveglianza, installati con offerte di tutti i fedeli, e quindi, non vi sono ragioni di pericolo e/o sicurezza che possano impedirne l’apertura. Quanto sopra a rappresentar Le, ancora una volta la grave situazione che la nostra Comunità sta vivendo. Anche se vi possono essere diversità di vedute tra Amministrazione Comunale e Parroco, certamente non si può in alcun modo penalizzare il centro turistico, né tantomeno si può sottostare ai capricci di un Parroco, che non solo manifesta un totale disinteresse per la comunità di Forza d’Agro, ma la danneggia con condotte che paiono prive di alcuna giustificazione e certamente^non consone ad una guida spirituale.

1 Commento

  1. Caro Sindaco
    condivito il contenuto della sua lettera.
    Ma hai me la storia ci insegna che con lettere non si risolvono
    problemi.
    ora e tempo per passare all’azzione facendo tanta pressione col Vescovo
    Organizare un gruppo di uomini d’affari e far capire il danno che qusto pazzo individuo sta recando al NOSTRO PAESE.
    Anni di faticoso lavoro hanno pertato Forza D’Agro a essere riconosciuta come una meta turistica tutto questo non si puo perdere
    per i capricci di un pazzo.
    Certo capisco che dietro un burattino c’e sempre qualcuno a azionare i movimenti allora mi domando
    Ma questi individui sono veramente cosi DEFICENTI a non capire che lo scarbo la stanno a fare a loro stessi e al futuro dei suoi figli e nipoti.
    Vogliamo tornare ai tempi dove la gente doveva per forza lasciare per
    un futuro migliore?
    Non riesco a scrivere il mio stato d’animo solo so che ho una grande voglia di spaccare
    e fortunato che sono lontano
    la saluto

    Mario Bianca

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.