Molte scuse per le chiese chiuse

Share Button

Forza d’Agro – Solo una è la differenza tra il pretino forzese e Spider Man, entrambi si arrampicano ma mentre il famoso protagonista dell’omonimo fumetto rimane attaccato, grazie alle proprie ventose, il prete forzese si scaraventa al suolo. Lo fa ancora una volta, domenica 01 marzo, in una chiesa con una sessantina di fedeli dove la metà è intervenuta solo per sentire quello che ha da dire. Nelle domeniche normali i fedeli sono una ventina, molta è la gente che non frequenta più perché non condivide questo comportamento. Questa volta non parla durante l’omelia, come notoriamente faceva in passato, ma sempre all’interno della S. Messa prima della benedizione. Si arrampica sugli specchi in maniera tragicomica. Dichiara che la chiusura della chiese è dovuta a:

  1. pozzanghere d’acqua formatesi da infiltrazioni.
  2. lavori di ripristino di “supra U cimiteru”.
  3. la rottura della chiave.
  4. il mancato avviso da parte dell’agenzia

In tutto ciò è importante tenere in mente che le lamentele per i due giorni in cui la chiesa è stata chiusa sono martedì 24 febbraio e venerdì 27 febbraio.

In primis tutte queste coincidenze, in un così breve arco temporale, non si registrano neanche alla stazione Termini di Roma, evidentemente o è molto sfortunato o nel giustificarsi ne ha detta qualcuna di troppo.

Analizziamo tutte le scuse per ordine.

-“… Nella chiesa ci sono delle infiltrazioni che creano pozzanghere e per l’incolumità delle persone la chiesa è rimasta chiusa…

FALSO!!!

OTTAVO COMANDAMENTO :

Non dire falsa testimonianza

È vero che nella navata destra ci sono delle infiltrazioni ma questo da diversi anni, e quindi da diversi anni, quanto meno in inverno, la chiesa dovrebbe rimanere chiusa.

Per assurdo facciamo passare questa tesi, è da più di dieci giorni che piove quasi ininterrottamente ma le pozzanghere si sono formate solo martedì e venerdì fino alle 12.00 (dopo la chiesa è stata aperta)? Era pericoloso per l’incolumità della gente solo martedì e venerdì? Non era più logico, eventualmente, transennare la parte e lasciare la chiesa aperta?

FALSO!!!

OTTAVO COMANDAMENTO :

Non dire falsa testimonianza

“-… C’erano in corso lavori di ripristino di “sopra il cimitero” e la chiesa è rimasta chiusa perché gli operai passavano il legname per lo steccato…

FALSO!!!

OTTAVO COMANDAMENTO :

Non dire falsa testimonianza

Martedì 24 febbraio lo steccato ancora doveva essere fatto, erano in corso altre operazioni ma con difficoltà perchè pioveva. Visto inoltre che pioveva e che “sopra il cimitero” c’era una fanghiglia, dovuto anche al movimento terra, vi sembra logico che gli operai passassero dalla chiesa? Come l’avrebbero combinata? Non era pericoloso con le pozzanghere? Quando è stata ripulita la chiesa da questa scia di fango lasciata inevitabilmente dagli operai? Ma quanto tempo ci vuole per passare 4 tavole e 2 travi? Questo è il materiale utilizzato per lo steccato.

Venerdì 27 febbraio i lavori sopra il cimitero erano già conclusi e non pioveva, come mai la chiesa era sempre chiusa?

FALSO!!!

OTTAVO COMANDAMENTO :

Non dire falsa testimonianza

-“…si è rotta la chiave e per questo la chiesa era chiusa….

FALSO!!!

OTTAVO COMANDAMENTO :

Non dire falsa testimonianza

La chiave si sarà pure rotta (ennesima coincidenza) ma esistono o no altre chiavi? Se esistono si sarebbe potuto aprire con le altre.

“-…Le chiese erano chiuse perché l’agenzia non mi ha telefonato…

Qui siamo all’incredibile, si capisce benissimo che sta farneticando,  le agenzie devono telefonare per visitare una chiesa? E tutti i turisti “fai da te” che giornalmente visitano Forza d’Agrò devono anche telefonare ? O forse quelli essendo di numero inferiore sono meno importanti e quindi non è necessario aprirle?

Sembra proprio che non sappia come giustificarsi e arrampicandosi sugli specchi fa a gara con se stesso a chi la spara più grossa. Ma è necessario tirare fuori 4 scuse di cui tre per la stessa chiesa per coprire il misfatto?

Per chiudere in bellezza ha detto che la cosa più importante è la comunicazione, e che quindi se ci sono dei problemi si devono comunicare. È importante la comunicazione tra la chiesa e l’amministrazione.

Qui viene fuori il suo alter ego difatti ha cambiato nuovamente versione alla velocità del più noto Michele Misseri. Venerdì 27 febbraio aveva detto, in un incontro, al presidente del consiglio che per aprire nuovamente un dialogo con l’amministrazione vuole:

  1. La chiave del Convento Agostiniano
  2. Il parcheggio riservato in piazza SS. Annunziata
  3. I contributi da parte del comune

Peccato che non abbia aggiunto “la palla l’ho portata io e se non gioco vado a casa”.

Mistero della fede.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.