La scalata di suor Caterina

Suor Caterina
Share Button

Forza d’Agrò –  Nel mondo cattolico solo i più valorosi hanno la possibilità di stare nel “centro nevralgico” della capitale. Se hai stoffa sei preso in considerazione, trattenuto e cresciuto per essere il futuro della chiesa in caso contrario sei spedito altrove e il tuo posto verrà preso da più meritevoli. Roma è spietata, non bastano neanche le raccomandazioni.

Che lei avesse stoffa da vendere  l’aveva sempre dimostrato in paese per questo la notizia che ci giunge da Roma non ci stupisce  più di tanto. La vulcanica suor Caterina Micali per carattere, per grinta ed intelligenza non riesce a star ferma ed accontentarsi.

La sua vita è in continua ascesa e alla ricerca della perfezione. Per natura, quando intraprende una strada,  l’attraversa sfruttando tutto quello che essa può darle.

Mai all’interno della congregazione è stata la classica suora rilegata a semplici mansioni ma ha sempre ricoperto incarichi per l’intera comunità.

Giorno 12 settembre arrivano i primi riconoscimenti con i risultati dell’elezione del nuovo Consiglio Generale della Congregazione Femminile delle Suore Serve dei Poveri.  Due gli incarichi per lei: Seconda Consigliera Generale e Segretaria generale. Quello che più può stupire, solo chi non la conosce, è che il risultato raggiunto non sarà un traguardo ma solo il punto di partenza per altri obiettivi.

Qui in paese siamo solo in attesa che venga nominata Superiora Generale, ma per questo le diamo ancora un po’ di tempo.

Questi i nomi delle neo elette.

Il Consiglio Generale della Congregazione Femminile delle Suore Serve dei Poveri è così composto:

Superiora generale: SUOR LILIA DOMINGUEZ
Vicaria Generale: SUOR PINA TESSE
Seconda Consigliera Generale e Segr. Generale: SUOR CATERINA MICALI
Terza Consigliera Generale: SUOR ANTONIETTA KABASUKUSUA
Quarta Consigliera Generale: SUOR MARIA TERESA FLORENDO
Quinta Consigliera Generale: SUOR MARIA DOMENICA ALAIMO
Economa Generale: SUOR MARIA FRANCESCA BERISTAIN.

Qualche giorno dopo la nomina Suor Caterina insieme al Consiglio è stata ricevuta dal Santo Padre (come da foto) dove certamente avrà avuto modo di pregare per la nostra comunità.

Speriamo che Papa Francesco le abbia dato in dono il bastone di Mosè che, all’occorrenza, giunta a Forza d’Agrò potrà buttare a terra. Toccato terra, come accade per Mosè davanti ai faraoni, il bastone si trasformerà in vipera e potrà uccidere tutte le serpi che circolano nella nostra comunità.

La forza non sta nel legno, e nemmeno nella mano che lo stringe, ma scende, invisibile, da Colui che i cieli non bastano a contenere e la mente a concepire.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.