Forza d’Agrò cantiere a cielo aperto

Share Button

Forza d’Agrò – Un vero è proprio cantiere a cielo aperto il Comune di Forza d’Agrò. L’ente ha avviato una serie di lavori pubblici, frutto di finanziamenti ottenuti dalla passata e dall’attuale Amministrazione.

Sono quasi in dirittura di arrivo i lavori di ristrutturazione dell’ex scuola elementare di Scifì. L’edificio sta per essere consegnato e riportato all’antico splendore, dopo una ristrutturazione totale. Nel contempo si sta lavorando su una serie di idee in modo tale che, la struttura, possa portare benefici alla popolazione.

Mancano pochi dettagli affinché anche il parco giochi inclusivo sia completato. Tutto ciò nonostante la sosta forzata dei soliti oppositori, che pur di ostacolare l’amministrazione, ed ottenere 3 nano secondi di notorietà, inventano l’acqua calda. I lavori si erano fermati per una denuncia, il tempo di rimediare ad una dimenticanza da parte degli uffici, e si riparte con pochissime modifiche sempre nel luogo indicato dall’amministrazione.

C’è sempre chi cerca di far crescere il proprio paese e chi, per secondi fini, vorrebbe ostacolarne la crescita. Difatti, grazie alla denuncia, non è stata autorizzata una base di cemento sopra il terreno, che non avrebbe compromesso nulla nel sottosuolo e poteva essere smontata facilmente in caso di necessità. In compenso è stato autorizzato uno scavo per creare un blocco di presa per i giochi. Quindi no alla base senza scavi e senza danneggiare eventuali strutture sotto terra, si allo scavo per l’ancoraggio. Seguendo la teoria dei denuncianti si arriva facilmente a questa conclusione: chi cerca di fare la vittima si è trasformato in carnefice, spesso quando il fine è diabolico non è facile tenerlo sotto controllo e capita che si ritorce contro se stessi.

Allo stato dei fatti secondo voi qual’ era la soluzione che non apportava danni al sottosuolo? Una gettata in cemento o uno scavo per ogni tipo di gioco? Molti non avranno il coraggio di dichiarare quale delle due soluzioni sarebbe stata meno invasiva quindi ai posteri la risposta.

C’è da aggiungere che l’area in questione, circa 40 anni addietro, si trovava circa 4 metri sotto il livello attuale, quindi solo successivamente all’aggiunta di terra di riporto si è ottenuto questo livello. Seconda considerazione, non meno importante, l’area archeologica si sviluppa dal lato opposto al parco giochi.

Il campetto di calcetto sta lentamente prendendo forma, gli spogliatoi sono stati realizzati e presto si passerà al campo da gioco. Il tutto dovrebbe essere pronto per la fine dell’anno.

Nella stessa area si sta provvedendo all’ampliamento del parcheggio per poter aumentare i posti macchina nel nostro comune.

Anche per piazza dott. V. Cammareri il restyling è in corso, con questo importante lavoro la zona centrale del nostro paese è tutta ammodernata tanto da offrire la migliore immagine possibile a tutti i visitatori.

Questo è solo l’inizio perché molti altri cantieri partiranno a breve mentre si lavora continuamente ad altre richieste di finanziamento.

L’amministrazione Miliadò, nonostante i tanti ostacoli, si dimostra sempre all’altezza del ruolo.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.