Il Dio intravisto nell’arte contemporanea da Hopper a Kiefer

Share Button

Forza d’Agrò – Ancora cultura all’interno della “Casa della divina bellezza” Domenica 20 febbraio 2021 si terrà l’evento: “Il Dio intravisto nell’arte contemporanea da Hopper a Kiefer
Il convegno avrà inizio alle ore 17,30 e sarà tenuto da Giorgio Agnisola.

Siamo al quarto ed ultimo appuntamento del ciclo “La resilienza di una comunità dopo la notte” che, il prossimo 20 febbraio (dalle ore 17.30), vedrà Giorgio Agnisola tenere la conferenza intitolata “Il Dio intravisto nell’arte contemporanea da Hopper a Kiefer”. Agnisola critico d’arte scrittore e professore emerito di Arte Sacra alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (ITS – Istituto Teologico Salernitano), presso cui ha diretto per quindici anni la Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, da lui fortemente voluta insieme a Padre Giuseppe Manca SJ e di cui è oggi coordinatore della ricerca. Ha operato a lungo come consulente d’Arte Moderna e Contemporanea nell’ambito degli accordi internazionali per gli scambi culturali. Dal 1983 al 1995 è stato chiamato in missioni ufficiali dai paesi francofoni d’Europa per studi e ricerche sull’arte presente. In particolare ha operato a lungo in Belgio e Lussemburgo. Nel gennaio del 1974 ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica. Tantissime negli anni le collaborazioni per periodici e riviste specializzate (ricordiamo “Studi Cattolici” e “Luoghi dell’Infinito”). Ha diretto numerose collane editoriali e dal 1990 collabora alle pagine culturali del quotidiano “Avvenire” ed in particolare alla pagina “Arte”. Attualmente dirige anche l’interessante quadrimestrale “AT – Arti e Teologie”. È membro dell’Associazione Internazionale dei Critici d’Arte (AICA). È stato curatore scientifico delle mostre: “Emilio Greco. La dimensione psicologica e spirituale”, Museo “Emilio Greco”, Sabaudia (2010); “Alberto Magnelli. Opere 1915-1970”, Pinacoteca Comunale, Gaeta (2012); “Alberto Burri. Unico e multiplo”, Pinacoteca Comunale, Gaeta (2014); “Paul Jenkins. I colori dell’invisibile”, Pinacoteca Comunale, Gaeta (2015); “Alberto Burri. I colori del silenzio, opere grafiche 1965-1985”, Spazio Comel, Latina (2015); “Afro, la memoria ritrovata. Opere 1955-1975”, Spazio Comel, Latina (2016); “Rosso Guttuso. Opere 1934-1984”, Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte, San Giovanni La Punta (2017); “Pietro Consagra. La materia trasparente. Sculture Grafiche Disegni”, Spazio Comel, Latina (2017); “Lolita Timofeeva. Opus Alchymicum”, Castel dell’Ovo, Napoli (2017); “Aligi Sassu. Opere 1927-1941”, Spazio Comel, Latina (2019); “Mariangela Cacace. Materia e luce”, Spazio Comel, Latina (2020); “Ettore Frani. Nel lucido buio”, Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte, San Giovanni La Punta (2020-2021).Tra le sue tantissime pubblicazioni ricordiamo almeno: “Jurij e Lara. Lettura de ‘Il Dottor Zivago’” (Italibri, 1991); “L’addio. Lettura del distacco amoroso” (Guida, 1997); “Viaggio nell’opera. Vedere e sentire l’arte” (Moretti & Vitali, 2005); “La pietra e l’angelo, paesaggio sacro in Campania” (Guida, 2006); “L’oltranza dello sguardo in Friedrich, Monet, Cézanne” (Il Pozzo di Giacobbe, 2010); “L’avvertimento dell’oltre in Morandi, Rothko e Manzù” (Il Pozzo di Giacobbe, 2015); “Itinerari dell’anima. Campania e dintorni” (Guida, 2017); “Lo sguardo e l’oltre. Da Friedrich a Rothko” (Moretti & Vitali, 2018); “La misericordia nell’arte” (scritto con Andrea Dall’Asta) (Il Pozzo di Giacobbe, 2018); “Arte e dialogo nel Mediterraneo. Analisi, contributi, testimonianza, sguardi” (Il Pozzo di Giacobbe, 2020); “Artisti dell’Ottocento” (Caramanica Editore, 2021); “La materia trasparente. Testi critici 2010-2020” (Libria, 2021).

L’incontro sarà tenuto in piena conformità della normativa attuale di prevenzione della diffusione del Covid, pertanto sarà necessario esibire il green pass valido e conforme all’evento, non avere una temperatura corporea superiore a 37,00 gradi e tenere la mascherina ffp2 indossata durante l’incontro.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.