Trekking, sentieri da riscoprire

Share Button

Forza d’Agrò – Fare turismo nella Valle d’Agrò senza un pacchetto di offerte è impossibile! E’ questo, in sintesi, il risultato di un incontro che si è tenuto a Sant’Alessio tra gli albergatori della zona ed alcuni tour operator su iniziativa del Consorzio Turistico Val d’Agrò. Gli operatoti del settore per superare la crisi cercano nuove soluzioni e una nuova clientela turistica che potrebbe essere quella appassionata di trekking. L’incontro tra gli albergatori della zona interessati a questo filone che già in Europa sta spopolando da qualche anno, con i sindaci di Sant’Alessio (RosaAnna Fichera) e Forza D’Agrò (Fabio Di Cara), e due tour operator, uno russo ed uno italiano, specializzati nell’offrire ai propri clienti pacchetti trekking, ha sviluppato questo discorso. L’incontro è stato promosso dal direttore del Consorizio Val d’Agrò, Antonia Puzzolo. Ed è emersa la necessità che gli albergatori della zona realizzino un pacchetto di offerte con escursioni non solo nei luoghi d’arte ma anche lungo i sentieri della Valle. Si è parlato molto dei sentieri che collegano Forza D’Agrò a Sant’Alessio recentemente riscoperti grazie alla azione di un gruppo di volontari guidati dal capitano Vincenzo Fiocco e dalla associazione ViviAmo Sant’Alessio. Sentieri che in dialetto chiamiamo “scuzzaturi” e che erano molto usati fino agli anni ’50 quando il rappresentavano la via più rapida per collegare i due paesi. Il sindaco di Forza D’Agrò ha presentato il progetto, finanziato proprio in questi giorni, per il sentiero “Forza D’Agrò – Rocca Scala – Monte Cavallo” che verrà migliorato con la valorizzazione di antichi palmenti e abbeveratoi. Il sindaco di Sant’Alessio ha proposto il sentiero recentemente riaperto per Forza D’Agrò.

I tour operator si sono mostrati molto interessati a queste proposte e naturalmente hanno manifestato la necessità che il pacchetto che si verrà adoffrire sia più consistente anche perché hanno mostrato di ben conoscere le attese dei loro clienti per quanto riguarda il circuito ecotrial di attività agonistica.

Nei giorni scorsi, come mostra lo scatto di Maximilian Costa, i volontari dell’associazione di Sant’Allessio di cui è presidente Coralie Mesnier, avevano provveduto, dopo avere ripulito il sentiero, effettuato una escursione per così dire di “prova” ed il riscontro è stato a dir poco entusiasmante. Adesso la proposta che lanciano è quello di valorizzare gli altri sentieri. Hanno proposto un progetto al comune di Sant’Alessio ed all’Assessorato regionale al Turismo. Vedremo.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.