Impegni insormontabili

Share Button

Forza d’Agrò – E’ stata molto impegnativa la campagna elettorale di don Camillo dei “Deboli”. Un lavoro iniziato sotto il “Sacro altare” quasi un anno prima, il quale ha rubato tempo all’attività religiosa. Tra politica e religione è stata scelta la politica. Potrebbe apparire un lavoro quasi diabolico ai più, di certo c’è che il progetto era studiato nei minimi dettagli. Si è partito con un “arruolamento” di ignari fedeli e si è lavorato affinché tutto fosse spianato per le candidature o per il sostegno politico. Niente da commentare sull’operato, è realmente così che si deve fondare un gruppo. Certo il fatto che uno dei padri fondatori sià un parroco di un piccolo paese lascia a dir poco sbigottiti.

Proprio il parroco è stato parte attiva nella fondazione della cordata. Questa però è solo una sfaccettatura dell’andazzo dell’attività del prelato forzese. La cosa che deve fare riflettere di più è il completo abbandono dell’attività religiosa. La politica ruba tempo e questo è accaduto a don Camillo dei “deboli”.

Tra aprile e maggio, e comunque dopo la Santa Pasqua, ha dimenticato di celebrare la classica benedizione delle famiglie e delle case. Sempre in questo periodo i parroci che si sono susseguiti si occupavano della benedizione delle famiglie e delle loro dimore. La campagna elettorale del 2014 ha impedito tutto ciò tanto che le classiche uova, comprate dai cittadini come dono di scambio, sono marcite nell’attesa. In questa occasione, l’inesperienza, gli ha fatto commettere due errori uno politico ed uno religioso. Per quanto riguarda quello religioso è venuto meno ad uno dei più importanti compiti religiosi:

BENEDIZIONE ANNUALE
DELLE FAMIGLIE NELLE CASE*
434. Obbedienti al mandato di Cristo, i pastori devono considerare come uno dei compiti principali della loro azione pastorale la cura di visitare le famiglie per recar loro l’annunzio della pace di Cristo, che raccomandò ai suoi discepoli «In qualunque casa entriate, prima dite Pace a questa casa» (Lc 10, 5).
435. I parroci pertanto e i loro collaboratori abbiano particolarmente a cuore la consuetudine di far visita ogni anno, specialmente nel tempo pasquale, alle famiglie presenti nell’ambito della loro giurisdizione. E’ un’occasione preziosa per l’esercizio del loro compito pastorale: occasione tanto più efficace in quanto offre la possibilità di avvicinare e conoscere tutte le famiglie.

Secondo errore quelle politico, un motivo in più per fare la benedizione delle famiglie era quella di lasciare due “santini”, il primo religioso ed il secondo di qualche discepolo politico che faceva comodo al prete. D’altronde il motto divulgato dall’altare era votate gente vicina alla chiesa.

Un altro rito tralasciato per il “Dio” politico è la visita della Madonna nelle case forzesi. La statua della Madonna, nel periodo sopra citato, usciva dalla chiesa per fare visita nei quartieri, dove si celebrata una S. Messa, si organizzava un momento conviviale e dimorava, nella casa di un fedele, una settimana. Passati i sette giorni si ripartiva per il quartiere successivo. Le amministrative sono riuscite a cancellare anche questo momento. Un altro avvenimento negato alla cittadinanza è la gita Mariana, anche questa si svolgeva a fine maggio. Il grande dolore che ha colpito il “santo” uomo per la sconfitta elettorale ha fatto saltare anche questa bella iniziativa.

Ora a prescindere da come vengono articolati i fatti in questo articolo vi invitiamo a riflettere su questo operato. Sui fatti realmente accaduti in concomitanza con le elezioni amministrative del nostro paese. Sul fatto che il parroco dicesse in giro, cosi hanno riportato in tanti, che il sindaco non fosse in Grazia di Dio. Dovete riflettere sul perchè sia stata annullata la festa della SS. Trinità, sul perchè sia stato abbreviato il tragitto della festa del Sacro Cuore di Gesù e sul perchè dell’annullamento delle sopra citate funzioni.

Ognuno di voi, a prescindere dall’appartenenza politica, si chieda perchè!

Soltanto per diritto di cronaca vi informiamo che nella parrocchia di S. Alessio Siculo, presieduta sempre dal parroco Luciano Zampetti, attualmente si sta celebrando la processione della Madonna per le case dei santalessesi mentre la benedizione delle famiglie e delle loro dimore si è già conclusa….mistero del… giovane parroco.

Nella sesta puntata ancora piccole dimenticanze…..

continua….

*Rituale Romano – riformato a norma dei decreti del consiglio ecumenico vaticano II e promulgato da Giovanni Paolo II

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.