Forza d’Agrò rischia l’isolamento, sulla sp 16 bisogna intervenire subito

Share Button

FORZA D’AGRO’  – Un nuovo cedimento sulla strada provinciale per Forza D’Agrò, c’è il rischio che il piccolo comune collinare possa rimanere isolato. La situazione è critica da oltre due anni, ma le segnalazioni, gli appelli, le denunce del sindaco Fabio Di Cara sinora non hanno sortito effetto alcuno. E dire che lo smottamento che sta interessando la sp 16 minaccia, oltre a spezzare in due la strada, anche il sottostante complesso edilizio del Sant’Alessio Village che sorge su territorio di Sant’Alessio ed in parte su quello di Forza D’Agrò. La sp 16 Capo S.Alessio – Forza D’Agrò, è l’unica via di collegamento del centro collinare con la riviera jonica. Non c’è alternativa. Anche perché i 300 mila euro per sistemare in qualche modo la strada di collegamento Forza D’Agrò – Scifì se li è inghiottiti il maltempo, sicchè è già troppo chiamare quella trazzera, una strada. E’ impraticabile anche in emergenza, volendo allungare il tragitto per raggiungere la riviera jonica in qualche modo. Ma nel comprensorio sono tutte le strade ad essere in condizioni precarie, perché vecchie con oltre 30 – 40 anni di età e costruite basandosi sul traffico di vetture e mezzi pesanti dell’epoca, a cui si aggiunge la natura del terreno e sulle quali pesano moltissimo i fenomeni meteorologici invernali.

Nella mappa delle criticità sulla viabilità provinciale, un posto di rilievo, purtroppo, lo occupano le 23 strade provinciali del versante ionico, sulle 70 complessive dell’intera provincia. Occorrono per sistemarle tutte e 70 circa 50 milioni.  La Provincia Regionale di Messina, in un percorso condiviso con il Genio Civile e su incarico dell’assessore  regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Giovanni Pizzo, ha predisposto un elenco di interventi prioritari da eseguirsi sulla viabilità provinciale interrotta o danneggiata da recenti eventi alluvionali. La mappa, sulla quale la Regione chiederà al governo nazionale trasferimenti straordinari, è stata redatta dal dirigente della IV Direzione “Servizi Tecnici di Viabilità – 1° Distretto”, ing. Giuseppe Celi su input del commissario Filippo Romano. “L’Assessore regionale si è recato a Roma per discutere con il Governo nazionale e richiedere trasferimenti straordinari” informa un comunicato della Provincia.

Per rimettere in sesto ed in sicurezza del 70 strade – secondo le stime dell’ingegnere capo dell’ufficio provinciale del Genio civile, Leonardo Santoro – occorrono 50 milioni di euro. Una bella cifra che è illusorio attendersi che arrivino dallo Stato, per cui ci sarebbe già pronto un piano per tamponare le emergenze con le risorse che erogherà il governo nazionale, circa 7 – 8 milioni, sempre secondo valutazioni del Genio Civile. A quel punto e con quella manciata di milioni bisognerà scegliere le priorità. Per fortuna c’è una strada per la quale la Provincia non avrà pensieri. E’ la sp 19 per Antillo che ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni e mezzo dalla protezione civile regionale per il consolidamento del tratto davanti Portella Cimitero collassato nel 2011.

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.