Scompariranno tutte le tradizizioni

Share Button

Forza d’Agrò – Per la processione del Corpus Domini, che per il secondo anno consecutivo, non si sa bene perchè, viene festeggiata una settimana dopo la normale ricorrenza, il pretino dichiara: – “…abbiamo avuto una grossa partecipazione…” -.

Questa volta sembrerebbe non aver detto bugie, certo bisognerebbe capire qual’è l’indice di valutazione. Difatti la grossa partecipazione è così riassumibile: 8 Socie del Sacro Cuore di Gesù, 9 Confrati e circa 25 fedeli. Inoltre sono stati realizzati soltanto 3 altarini in tutto il paese, minimo storico. Questi numeri possono far riflettere sulla grossa partecipazione alle attività della parrocchia forzese. Gli atteggiamenti del pretino hanno allontanato buona parte dei fedeli da tutte le attività religiose, la gente è stanca di frequentare una chiesa strumentalizzata e ridotta a sede di partito. La mancata realizzazione dei numerosi altarini, come gli anni precedenti, è facilmente traducibile nell’apatia della gente alle funzioni religiose, tutto ciò la dice lunga su come quest’uomo ha ridotto la chiesa forzese. Questi sono esclusivamente numeri che dovrebbero far riflettere, soprattutto chi delegato a vigilare e nel caso specifico la “Congregazione Per La Dottrina Della Fede”, sui motivi di allontanamento della gente. Non ci si spiega neanche il motivo di certe dichiarazioni, grossa partecipazione, siamo al minimo storico e parliamo di grossa partecipazione?

Successivamente va in scena l’ultima presa per i fondelli al popolo forzese, e si scorge la mala fede. Vi ricordate quando lo scorso anno avevamo segnalato la grave mancanza della Benedizione delle famiglie? Quest’anno sarà effettuata nel mese di luglio visto che lo scorso hanno non è stata possibile farla per i troppi impegni. Il pretino si ricorda dopo un anno di giustificarsi per essere venuto meno ad uno degli impegni più importanti della chiesa. A S. Alessio non ha avuto problemi e l’ha effettuata normalmente, i problemi ci sono solo per Forza d’Agrò.

A luglio di quest’anno, dopo la “pausa”, verrà effettuata la benedizione delle famiglie e ci sarà l’aiuto di un altro prete.

Le vostre case saranno segnate con il Sangue dell’Agnello, come accadde al nostro Signore, che vedendo il sangue dell’agnello sulle porte delle case di Israele “passò oltre”, accadrà al nostro pretino. Molte le case che saranno segnate con il sangue, si tratta di quelle dove egli o non ha il coraggio di entrare o se ci prova sa che verrà scaraventato fuori. Qui subentra un secondo prete che garantirà ai fedeli di serie B di ricevere la benedizione.

Tutto ciò accade a Forza d’Agrò dove chi ha le responsabilità non si preoccupa, meglio salvare la faccia di questa chiesa malata che custodire i fedeli.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.